“Giacomo Agostini” Gradito ospite a Rovereto

giacomo-agostini-1961-secondo-class-settebello-175-di-serie-1962-morini-175-trento-bondone-record-1339Giacomo Agostini – (Nella foto al parco chiuso della sua prima gara la Trento Bondone del 1961!)   E’ stato  il gradito ospite  del moto club Pippo Zanini a Rovereto.

La serata di ieri sera, venerdì 18 novembre 2016 è stata un autentico spettacolo. La sala Filarmonica di Rovereto, gremita di persone e occupata in ogni suo posto, ha accolto il campionissimo Giacomo Agostini!

Dopo una breve introduzione del Presidente Nicola Versini, il quale ha spiegato i vari settori nei quali il Moto Club Pippo Zanini opera, ovvero: sportivo, storico, turistico e culturale, ha visto Giacomo Agostini raccontare storie, aneddoti, curiosità alla platea.

Il racconto è durato all’incirca un’ora, intervallato da numerosi applausi. Agostini è stato come sempre brillante, per nulla scontato, soprattutto durante l’esposizione dei fatti relativi all’inizio carriera, quando il padre non voleva farlo correre in moto.

Terminato il racconto, il Presidente Nicola Versini ha preso la parola per premiare il neo istituito “socio onorario Moto Club Pippo Zanini”, premio consegnato al danzatore e coreografo Michele Abbondanza, fedele associato del Moto Club ed ignaro di tutto. Ovviamente il momento più aspettato è stato quello degli autografi. Agostini ha pazientemente firmato libri, caschi, motociclette e tutto ciò che gli ospiti gli sottoponevano. Immancabili anche le foto di rito ed i c.d. selfie, voluti dai più giovani.

Che dire, è stata una manifestazione riuscitissima, anche per la “cornice” creata nella Sala Filarmonica. Sul palco erano presenti ben 3 motociclette d’epoca, altre – modelli nuovi – erano posti all’ingresso della sala, ammirate da ogni persona. Come Moto Club cercheremo di organizzare ogni anno eventi simili, anche se, dopo aver avuto Giacomo Agostini, non sarà facile individuare ospiti di tale spessore. Indubbiamente non esiste, e probabilmente esisterà, un altro motociclista “titolato” come lui: 15 Titoli Mondiali!

Non ci resta che ringraziare ancora tutti i partecipanti, gli sponsor e l’Apt per il prezioso supporto.

Qui sotto potete vedere le foto principali della serata con il mitico Giacomo Agostini!

Giacomo Agostini – Moto Club Pippo Zanini resoconto di una serata assieme al campione dei campioni!

La serata di ieri sera, venerdì 18 novembre 2016 è stata un autentico spettacolo. La sala Filarmonica di Rovereto, gremita di persone e occupata in ogni suo posto, ha accolto il campionissimo Giacomo Agostini!

Dopo una breve introduzione del Presidente Nicola Versini, il quale ha spiegato i vari settori nei quali il Moto Club Pippo Zanini opera, ovvero: sportivo, storico, turistico e culturale, ha visto Giacomo Agostini raccontare storie, aneddoti, curiosità alla platea.

Il racconto è durato all’incirca un’ora, intervallato da numerosi applausi. Agostini è stato come sempre brillante, per nulla scontato, soprattutto durante l’esposizione dei fatti relativi all’inizio carriera, quando il padre non voleva farlo correre in moto.

Terminato il racconto, il Presidente Nicola Versini ha preso la parola per premiare il neo istituito “socio onorario Moto Club Pippo Zanini”, premio consegnato al danzatore e coreografo Michele Abbondanza, fedele associato del Moto Club ed ignaro di tutto. Ovviamente il momento più aspettato è stato quello degli autografi. Agostini ha pazientemente firmato libri, caschi, motociclette e tutto ciò che gli ospiti gli sottoponevano. Immancabili anche le foto di rito ed i c.d. selfie, voluti dai più giovani.

Che dire, è stata una manifestazione riuscitissima, anche per la “cornice” creata nella Sala Filarmonica. Sul palco erano presenti ben 3 motociclette d’epoca, altre – modelli nuovi – erano posti all’ingresso della sala, ammirate da ogni persona. Come Moto Club cercheremo di organizzare ogni anno eventi simili, anche se, dopo aver avuto Giacomo Agostini, non sarà facile individuare ospiti di tale spessore. Indubbiamente non esiste, e probabilmente esisterà, un altro motociclista “titolato” come lui: 15 Titoli Mondiali!

Non ci resta che ringraziare ancora tutti i partecipanti, gli sponsor e l’Apt per il prezioso supporto.