L’altopiano di Brentonico colorato dalle due ruote del “Motobaldone 2015”!!

E’ stata una due giorni ricca di festa, sport e sano divertimento a colorare l’Altopiano di Brentonico con l’annuale edizione del “Motobaldone”.

BRENTONICO – E’ stata una due giorni ricca di festa, sport e sano divertimento a colorare l’Altopiano di Brentonico con l’annuale edizione del “Motobaldone”, manifestazione in cui il territorio oltre che offrire un momento gioviale per la popolazione locale in avvento dell’estate apre le porte al mondo dei motori per promuoverne un uso responsabile da parte delle nuove generazioni e per permettere agli appassionati del mototurismo di assaporare le bellezze offerte dall’Altopiano, incastonato tra i rilievi del Monte Baldo. Dopo una settimana di preparazione nei minimi dettagli da parte del Moto club Brentonico in collaborazione con il Moto club Civezzano, piloti di diverse fasce d’età a partire dal sabato hanno potuto divertirsi in un fettucciato lungo 2 km creato appositamente per il corso “CSAS-HOBBY SPORT” grazie al quale i più piccini hanno potuto cimentarsi nella guida di alcune minimoto affiancati da istruttori qualificati FMI mentre i più grandi hanno avuto l’occasione di allenarsi in un tracciato dal panorama mozzafiato in cui sono stati raccolti sia passaggi tecnici caratteristici di una prova speciale di enduro che i salti spettacolari tipici di una pista da motocross. Ed è stato proprio il tracciato immerso nel verde ad attirare un buon numero di piloti trentini e provenienti da regioni limitrofe con un apice di 115 iscritti nella giornata di domenica.

Un altro evento attrattivo per gli appassionati di mototurismo è stato il motogiro dell’Altopiano di Brentonico, svoltosi nella mattinata di domenica, in cui compaesani nostalgici e turisti curiosi hanno potuto andare alla riscoperta delle bellezze naturali e culturali del territorio.

Ultimo evento in programma il Convegno dal titolo “Motori e turismo” organizzato dal Comitato Provinciale FMI Trento per offrire un’occasione di dialogo tra le istituzioni del territorio e gli appassionati del fuoristrada. Tra i relatori presenti i Consiglieri Nazionali FMI Ivano Zatta e Sandra Meret, l’assessore all’agricoltura, foreste, turismo, promozione, caccia e pesca Michele Dallapiccola, il sindaco di Brentonico, Cristian Perenzoni, il presidente del Moto club Brentonico Mirko Viesi ed il presidente del Comitato Provinciale FMI Trento, Giorgio Endrizzi, oltre alla presenza dell’assessore allo sport e al turismo locale Moreno Togni, e dei Comuni limitrofi e di una platea attenta e partecipativa. L’incontro è stato aperto dal padrone di casa Mirko Viesi che ha espresso la sua profonda soddisfazione nell’aver ricevuto un feedback più che positivo da parte della popolazione locale e non nel corso della manifestazione. Queste le sue parole: “L’obiettivo che abbiamo in mente in accordo con le associazioni che ci supportano è quello di promuovere le bellezze che il territorio di Brentonico può offrire, cercando di trovare un punto d’incontro tra istituzioni e territorio con una sincera volontà di collaborare per aumentare il turismo locale.

Il secondo intervento è stato fatto dalla Consigliera Sandra Meret che dopo aver illustrato le ultime novità riguardanti FMI a livello nazionale, tra le quali la recente presentazione di un Protocollo d’Intesa tra FMI, Corpo Forestale dello Stato e Federazione Regionale delle Misericordie della Toscana per corsi di formazione per motociclisti che entreranno a far parte di un nuovo Corpo di operatori volontari impegnati in Protezione Civile, ha cordialmente invitato l’assemblea ad aiutare la Federazione a crescere con l’aiuto degli appassionati.

Successivamente è stato l’assessore provinciale Dallapiccola a prendere parola, sottolineando come nel corso degli ultimi anni anche la Provincia si stia movendo a favore degli appassionati delle due ruote. Ciò può essere dimostrato dalle tre tappe italiane del Campionato Mondiale Motocross (MXGP) che negli ultimi tre anni si sono potute ospitare al Crossodormo Ciclamino di Pietramurata e da alcuni accordi recenti per i quali si sta ancora lavorando. L’assessore ha concluso affermando: “La convivenza tra motori e territorio è necessaria per promuovere momenti importanti soprattutto per i più giovani che meritano la possibilità di praticare una disciplina sportiva ed allo stesso tempo di essere educati al rispetto della natura che li circonda, dimensione che non sempre si pensa venga considerata dagli appassionati di questo sport.”

Ha chiuso il convegno il presidente del Comitato FMI Trento Giorgio Endrizzi sottolineando come a dispetto dei sospetti che ancora alcuni settori nutrono nei confronti del fuoristrada, queste specialità tuttora aiutino molti ragazzi ad evitare di prendere strade diverse, oltre che formare il loro carattere, tenere impegnata la loro mente e facendo loro sperimentare un senso di libertà che lascerà per sempre in segno nella loro anima.

A conclusione della giornata un momento molto toccante in cui i piloti presenti dopo aver ricevuto la benedizione solenne dal parroco di Brentonico hanno salutato Claudia, motociclista e membro del Moto Club locale venuta a mancare un anno fa, portando le loro motociclette al limitatore in modo da far arrivare il rombo dei loro motori fino in cielo!