Marzo-Aprile: il personaggio del mese: Renato Versini e la sua passione-” epoca”!

Renato Versini, “ Il Sindaco “ per gli amici più stretti, simpatico e affabile, un vero personaggio carismatico, esperto di tutto ciò che riguarda l’antiquariato dei motori.

Ciao Renato, ti chiedo di andare un po’ a ritroso nel tempo per ricordare come nasce la tua passione per “l’epoca”, moto e non solo.

“A 16 anni un Aspes Navaho 50 da cross., poi un Simonini e poi …..quante moto cambiate!”, spiega esuberante Renato. “Dopo i 20 anni per amore di Enrica vendo tutto!!”..( e qui fa una smorfia). “Ma dopo alcuni anni la passione riprende con la nascita di Nicola ( -attuale Presidente Fmi Trento-) e con lui piccolo inizio ad appassionarmi d’epoca. Non ci crederete ma le moto d’epoca erano il “ triciclo” di Nicola nella campagna vicino a casa Ricordo che spesso giravo per cercare di acquistare moto d’epoca: Gilera, Ducati, una Lambretta,… fino ad arrivare a BMW Ducati cucciolo,….. un Parco Moto, quasi un Museo. Ma devo dire in verità che ho un amico, Pio Manara, che è ancor piu esperto e appassionato di me. Con lui ho condiviso la passione anche per le auto d’epoca. Recentemente ho restaurato una Topolino.

Ducati Scrambler 350, … che tempi!. Inizio con il MC Pippo Zanini, e da questo Motoclub e dalle moto d’epoca nasce quindi anche la passione di Nicola per le moto e la sua presenza all’interno dell’FMI.

 

Allora approfitto della presenza di Nicola per catturare una sua emozione e ricordo.

 

Si, la passione è nata grazie a mio padre, fin da piccolo ho visto nel mio garage “transitare” numerosissime moto d’epoca (Lambrette , Guzzi, Morini Bianchi, Benelli…)

Io mi sono appassionato al Ducati Scrambler e da lì mi sono fatto anche io una piccola collezione che però non lascio mai ferme a prendere la polvere, ma che utilizzo.

 

Quindi il tuo essere presidente oggi è legato alla passione a questo “ familiare”di moto d’epoca

Si certo, perchè da lì mi sono avvicinato al MC Pippo Zanini del quale ho avuto l’onore di essere presidente per sei anni e po in seguito è arrivata l’occasione per essere Presidente della Federazione Motociclistica italiana e quindi tutto è nato dalla passione di mio padre per le moto d’epoca.

Quindi possiamo definirla una passione di famiglia. Ne è coinvolta anche tua madre? Per le moto d’epoca si, per le nuove no, perchè ho avuto un brutto incidente.

 

Grazie Nicola, mi rivolgo nuovamente a Renato

Ti chiederei la cortesia di spiegarci quando una moto è effettivamente considerata d’epoca. Questo termine d’ ”epoca“ suggerisce l’idea di qualcosa di “storico”, decisamente “antico”, ma in realtà non ci si deve neanche necessariamente riferirsi al secolo scorso, o sbaglio? E non è solo l’età che conta. Giusto?

Una moto per essere considerata d’epoca deve avere oltre 20 anni, ma non basta. Deve ricevere anche il Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, che si può ottenere solo dopo aver contattato uno dei registri ufficiali, come ad esempio l’FMI.

C’è una Commissione Nazionale che è un organo tecnico che ha il compito di esaminare le richieste d’iscrizione al Registro Storico,

FMI sta cercando di promuovere, supportare e organizzare iniziative a carattere storico culturale, per la tutela del patrimonio motociclistico, anche attraverso seminari e il coinvolgimento di istituti scolastici e case costruttrici. Il motociclismo storico non è solo hobby e passione, è patrimonio culturale e va tutelato e divulgato.

 

A mio parere c’è maggiore visibilità dei raduni di auto storiche, che non delle corrispettive moto. Ma come è il mercato, il settore? Sta aumentando l’interesse? Mi è sembrata lodevole l’iniziativa del MC Ala (Presidente Paolo Cavagna) per abbinare auto e moto d’epoca e degustazione nella giornata XXIX COPPA CITTA’ della PACE di ALA

Il mercato delle due ruote storiche sotto molti aspetti batte quello delle auto d’epoca.

 

Visto che sei un esperto puoi anche dirci qualcosa sulle procedure di Iscrizione al Registro Storico?

Fondamentalemente esistono due procedure.

Un iter è quello per i motocicli muniti di regolare targa e libretto o documento unico di circolazione e proprietà. Quindi con tutti i dati completi e corretti.

Esiste anche un’altra procedura per quei motocicli che hanno documenti parziali o non corretti o con dati mancanti

Grazie Renato per queste informazioni. Aggiungo un link per indirizzare a maggiori informazioni chi ne fosse interessato .

https://www.federmoto.it/specialita/moto-epoca/

CONOSCI GIA’ LA PROCEDURA? CLICCA E INIZIA SUBITO L’ISCRIZIONE OPPURE CLICCA QUI PER TUTTI I DETTAGLI

Procedura B. Per motocicli. CONOSCI GIA’ LA PROCEDURA? CLICCA E INIZIA SUBITO L’ISCRIZIONE OPPURE CLICCA QUI PER TUTTI I DETTAGLI

Cristina M.