Nuovo Protocollo Sanitario Unico e obbligo di Super Green Pass. Aggiornamenti dopo il decreto-legge 24 dicembre 2021 n. 221, il decreto-legge 30 dicembre 2021 n. 229 e il decreto-legge 7 gennaio 2022 n. 1 (D.L. “Obbligo vaccinale over 50”).

Per aggiornamento e indicazioni complete si rimanda al Sito Federale

https://www.federmoto.it/protocollo-sanitario-unico-e-nuove-linee-guida-federali-obbligo-di-green-pass-e-decreto-legge-capienze-n-139-dell-8-ottobre-2021/

 

Di seguito alcuni chiarimenti in sintesi:

  • La  DIDATTICA CERTIFICATA, cioè i Corsi e gli allenamenti federali per i quali è previsto il controllo della certificazione verde rafforzata (Super Green Pass), fa riferimento alle attività collettive certificate, quelle cioè nella quali sono presenti i Tecnici Sportivi. L’allenamento individuale, sul quale non abbiamo competenza normativa, si svolge secondo le indicazioni dei dpcm che non prevedono la certificazione nell’esercizio dello sport di base individuale (non di gruppo, non di contatto). Ovviamente la certificazione eventualmente  può essere chiesta dal gestore per l’ingresso negli impianti.
  • E’ stata aggiornato il documento di Sintesi con la specifica dell’uso esclusivo dei dispositivi FFP-2 in manifestazioni sportive e didattica collettiva
  • Relativamente allo Screening previsto dal Protocollo Sanitario Unico per gli Atleti si chiarisce che non si tratta della presentazione di un referto negativo di test alternativo alla certificazione verde. E’ invece un protocollo strutturato e costituito da un piano tamponi molecolari (PCR) e antigenici che l’organizzatore deve prevedere e effettuare prima e durante l’evento per tutti i partecipanti. E’ un piano sanitario complesso e costoso che, nella quasi totalità dei casi, risulta inattuabile in attività sportive non professionistiche. In alternativa, per l’organizzatore,  è possibile prevede  il controllo del Super Green Pass che viene quindi ritenuta  l’alternativa consigliata e indicata come privilegiata.